Caricamento delle informazioni, attendere...loading
chiudi questa finestra
Redmi Note 11: test / opinione

notificationsAttivare le notifiche
SpiegazioniAttiva le notifiche per essere avvisato quando sono disponibili nuovi articoli e offerte. Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento. Questa funzione non funziona su iOS.
Su questa pagina:
Video di prova
Prezzo Redmi Note 11
Disimballaggio
Prima configurazione
Finitura
Specifiche
Prestazioni della CPU / GPU
Benchmark Antutu/3DMark
Prestazioni di rete
Prestazioni Wifi
Prestazioni GPS
Autonomia della batteria
Test della fotocamera
Qualità audio esterna
Qualità audio (cuffie)
Qualità dello schermo
Biometria
Sistema operativo
Revisione finale / conclusione
Offerta
Smartphones Recensioni

Redmi Note 11: test / opinione


Pubblicato su: 26-01-2022 / Modificata: 02-11-2022
Ho testato la gamma Redmi dal Redmi Note 5, quindi ne ho testati molti da quel primo telefono. La gamma Redmi Note sembra avere un ciclo in cui una generazione sembra solo una leggera evoluzione rispetto alla generazione successiva e talvolta la gamma Redmi Note fa un grande balzo in avanti. Il modello precedente, il Redmi Note 10, ha fatto un grande balzo in avanti alzando l'asticella davvero in alto rispetto alla concorrenza. Questo Xiaomi Redmi Note 11 dovrebbe quindi essere una leggera evoluzione ma una leggera evoluzione non è necessariamente una cosa negativa perché Xiaomi finora è riuscita sempre a fare meglio degli altri con un prezzo inferiore.

Video di prova

Se preferisci il formato video, ho realizzato un video che a grandi linee riassume il contenuto di questo test:
youtube previewyoutube preview


Sito del produttore:

https://www.mi.com

Struttura della mia recensione

Provo i telefoni secondo una struttura prestabilita (vedi sotto) per fornirvi quante più informazioni possibili. Purtroppo, questo richiede molto tempo. Alcuni test come i test sulle prestazioni della rete richiedono diversi giorni e per i test fotografici a volte devo aspettare che il tempo sia adatto per scattare foto in buone condizioni. Sono quindi obbligato a pubblicare i test passo dopo passo, quindi vi invito a tornare se il test non è completo al momento della vostra visita.

Prezzo Redmi Note 11

L'elenco che segue mostra i prezzi del Redmi Note 11 da più di 50 siti in tutto il mondo. Se non sei soddisfatto di un prezzo, puoi iscriverti ad un avviso di prezzo per essere avvisato quando il prezzo scende.

I link di cui sopra sono link di affiliazione di aziende come Amazon, Gearbest, Aliexpress,... Se apprezzate il mio lavoro, vi sarei grato se poteste acquistare questi prodotti attraverso questi link. Non ti costa assolutamente nulla, ma ricevo una piccola commissione che mi permette di acquistare il materiale che testiamo. Grazie mille!

Cronologia

19 gennaio 2022: ricezione del telefono in anteprima
26 gennaio 2022: lancio ufficiale del Redmi Note 11

Perché questo telefono?

Collaudo sistematicamente tutti i Redmi Note perché durante il test dei telefoni, questa gamma di prodotti è uno dei prodotti che devi assolutamente testare. Ogni generazione di Redmi vende milioni di copie e a volte Xiaomi riesce a vendere qualche milione di copie in poche ore. Questo è probabilmente anche il caso di alcuni nuovi modelli Samsung o Apple, ma l'enorme vantaggio del Redmi è il prezzo.

Xiaomi ha testato molte cose con il Redmi nel tempo, passando da un design molto semplice a scelte a volte più fantasiose come il Redmi Note 9, il Redmi Note 11 gioca piuttosto in un'elegante sobrietà dandosi un'aria di fascia media senza far saltare il prezzo. Xiaomi ha fatto delle scelte tecniche che mi sorprendono un po' per questo nuovo modello e in un contesto globale dove la carenza di alcuni componenti sta facendo salire i prezzi, il Redmi Note 11 troverà senza dubbio il suo posto grazie al suo prezzo piuttosto che alle sue novità dal punto di vista tecnico punto di vista.

Disimballaggio

xiaomi mi 10 lite test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo unboxing 1
La confezione del Redmi Note 11 segue la stessa tendenza di tutti i telefoni del brand, le scatole sono quasi tutte della stessa dimensione e contengono tutte la stessa cosa. La confezione contiene il telefono, un guscio protettivo in silicone trasparente, un manuale, un ago per il cassetto sim, un caricatore e un cavo USB tipo C.

Prima configurazione

Configurare un telefono non è entusiasmante, spesso basta seguire le istruzioni e in pochi minuti al massimo il telefono è pronto per l'uso. La prima sorpresa con questo telefono è vedere la MIUI 13 apparire dall'inizio. Questo è il primo telefono con MIUI 13 che ho testato. La configurazione del telefono non è diversa dalla MIUI 12.5, non ho davvero notato alcuna differenza, Xiaomi ha provato a sostituire tutti gli schermi di Google con un'interfaccia più grafica. Xiaomi fa anche un ulteriore passo avanti cercando ogni volta di indurti a utilizzare il loro servizio cloud e con ogni generazione trovano nuovi trucchi per la registrazione. Non importa, il cloud Xiaomi è un buon prodotto, è solo che non ne ho bisogno perché ho già un cloud su Google e Amazon.

Finitura

xiaomi mi 10 lite test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo unboxing 9
Come ho scritto sopra, questa undicesima generazione si sta muovendo verso un design sobrio ed elegante. Ho testato la versione grigio/antracite e sebbene questo telefono sia realizzato principalmente in plastica, questo tipo di colore gli conferisce un aspetto un po' metallico. La texture è un po' opaca e, a differenza delle superfici in vetro, le impronte digitali sono meno evidenti e il telefono è meno scivoloso.

xiaomi mi 10 lite test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo unboxing 22
Lo schermo occupa circa l'83% dello spazio disponibile, che è un tasso di occupazione medio. Il sensore selfie si trova al centro dello schermo, non è né grande né piccolo, è nella media. Le cornici sono visibili intorno allo schermo, ma sono le stesse della maggior parte dei telefoni in questa fascia di prezzo.

xiaomi mi 10 lite test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo unboxing 20
I pulsanti del volume e dell'accensione si trovano sul bordo destro in una posizione abbastanza normale, il pulsante di accensione serve anche per sbloccare il telefono grazie al suo ingombro del sensore. I pulsanti sono abbastanza discreti e anche molto sottili.

xiaomi mi 10 lite test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo unboxing 21
Sopra c'è un connettore jack audio, un altoparlante, un trasmettitore a infrarossi e un sensore audio.

xiaomi mi 10 lite test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo unboxing 19
Di seguito troviamo una configurazione molto classica con la porta USB tipo C, un altoparlante e un altro sensore per il suono.

xiaomi mi 10 lite test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo unboxing 18
Il cassetto delle sim è sulla sinistra e devi spingere l'ago abbastanza per aprirlo. Ho anche pensato di essere andato troppo oltre, ma è a causa della lunghezza del cassetto della sim che devi andare così lontano, questo può ospitare due schede sim e una scheda di memoria.

xiaomi mi 10 lite test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo unboxing 17
Il blocco fotografico spicca un po' ma trovo che la gamma Redmi sia migliorata su questo lato perché nelle generazioni precedenti il blocco ottico era molto più visibile nella parte posteriore.

Trovo che questo Redmi Note 11 abbia un buon livello di finitura nonostante l'uso della plastica, il design è abbastanza sobrio ed elegante. Il colore grigio gli conferisce un aspetto più metallico e la sua trama gli conferisce una buona presa.

Specifiche


Le informazioni seguenti provengono dall'applicazione Device Info HW. L'applicazione fornisce informazioni tecniche dettagliate sul telefono testato. Il Redmi Note 11 esiste in diverse versioni e la prima ad essere commercializzata è la versione cinese. Le caratteristiche della versione cinese sono molto vicine a quelle del Poco M4 Pro, quindi mi aspettavo di trovare le stesse caratteristiche in questo Redmi Note 11 nella versione globale, ma non è affatto così. Temo anche che questo confonderà il potenziale acquirente perché anche se questi telefoni hanno lo stesso nome, sono prodotti abbastanza diversi. La versione che ho testato è quindi un Redmi Note 11 in versione global che gira su architettura Qualcomm.

Il Redmi è dotato di un processore Snapdragon 680 che offre prestazioni entry-level leggermente inferiori rispetto alla gamma precedente. Gli acquirenti di questo genere di prodotti probabilmente non cercano prestazioni, ma fare un passo indietro non è nelle abitudini di Xiaomi. Questo processore è accompagnato da una GPU Adreno 610 anch'essa necessariamente entry level.

Questa architettura Qualcomm include anche l'uso di un'interfaccia modem Snapdragon X11 che è limitata a 4G e offre una velocità di download di 390 Mbps (con 150 Mbps in upload). Presumo che una versione 5G verrà rilasciata in seguito, come è avvenuto per la generazione precedente.

Per il wifi trovo il chip WCN3990 che viene utilizzato anche sui modelli di fascia alta, quindi le prestazioni del wifi saranno probabilmente buone.



Prestazioni della CPU / GPU



Come ho descritto nel paragrafo precedente, questo telefono è dotato di uno Snapdragon 680 e di un Adreno 610. Questi sono componenti entry-level che hanno il loro posto in questo tipo di telefono, quindi non cercate qui le prestazioni. Sono soprattutto i giochi che saranno influenzati da questa scelta perché per l'uso quotidiano, questo livello di prestazioni è abbastanza sufficiente.

Benchmark Antutu/3DMark

Ho ottenuto un punteggio di 233.000 punti con Antutu, ho ottenuto un punteggio di 225.000 punti con la generazione precedente. Il guadagno in termini di prestazioni non è quindi proprio visibile ma è possibile che questo processore sia più efficiente dal punto di vista energetico, lo si vedrà nei test della batteria. Questo punteggio mostra che è con la memoria che questo modello si distingue dal suo predecessore con 67.000 punti dove avevo ottenuto 48.000 punti con il Redmi Note 10.

prestazioni n t è mai stata la carta vincente della gamma Redmi Note, chi cerca prestazioni nella stessa fascia di prezzo dovrebbe guardare al marchio Poco. Questa mancanza di prestazioni è comunque abbastanza relativa perché il Redmi Note 11 soddisferà perfettamente le esigenze di una popolazione che cerca un telefono non troppo costoso, i concorrenti non se la passano comunque meglio.

La temperatura del telefono è aumentata solo di 2,9°C durante il test Antutu, quindi il processore non sembra riscaldarsi molto e/o la dissipazione del calore sta facendo il suo lavoro correttamente.





Gaming

Per testare le prestazioni del gioco, scarico il gioco mobile PUBG e ne valuto la fluidità, il livello grafico e la profondità di visione. Questo gioco è piuttosto impegnativo e permette di evidenziare le prestazioni di un telefono cellulare.Non ancora disponibile / testato

Prestazioni di rete

Come ho scritto sopra, questa versione del Redmi Note 11 è limitata al 4G. Esistono altre versioni di questo Redmi Note 11, quindi è necessario verificare quale sia prima di acquistare. Questa versione utilizza il nome in codice "2201117TG".

Segnale 4G (da dicembre 2020)

Ho deciso di cambiare la metodologia di misurazione della rete perché ho notato che la configurazione della rete mobile cambia nel tempo. Questo rende più difficile il confronto tra i telefoni, perché le condizioni non sono più esattamente le stesse.

Per superare questo problema, ho impostato un dispositivo che cattura 24 ore su 24 circa dieci parametri dalla rete mobile (es: cell id, rssi, rsrq, snr, frequenza, ...). Posiziono poi il telefono accanto al dispositivo per 24-48 ore effettuando le stesse misurazioni in modo da poterle confrontare.

Panoramica dei telefoni testati con questa metodologia



Ho misurato la sensibilità alla rete 4G eseguendo più di 1200 misurazioni. Ho ottenuto un segnale eccellente di -91,32 dBm con il Redmi Note 11 dove la mia sonda ha ottenuto un segnale medio di -92,5 dBm. La differenza non è grande ma non ho testato molti telefoni che possono fare meglio della sonda, quindi è un risultato abbastanza buono. Sono un po' stupito dal fatto che questo telefono utilizzi probabilmente un modem Snapdragon X11 come il Poco M3 Pro e OnePlus Nord N100, avevo ottenuto risultati piuttosto medi con entrambi questi telefoni. Vediamo nel grafico seguente che il Redmi domina la sonda sul 100% delle misurazioni.
redmi note 11 4G performance


Velocità di scaricamento/caricamento

Per testare la velocità di download, ho identificato alcune celle 4G che offrono buone prestazioni dove provo tutti i miei dispositivi più volte per vedere quale velocità di download e upload possono raggiungere.


Prestazioni Wifi

Per testare la capacità di un telefono di ricevere correttamente la rete, prendo le misure vicino al mio router e poi a distanza (e sempre nello stesso posto). Questo mi dà una media in dBm dove un valore di -90 dBm indica prestazioni inferiori rispetto ad un valore di -30 dBm.


Segnale Wifi

Questo telefono è dotato di un chip wifi che ho testato in altri telefoni che hanno fornito buoni risultati, questo è anche il caso di questo telefono. Ho ottenuto un segnale medio di -18dBm vicino al router e -63dBm a distanza. Ho anche misurato la stabilità del segnale mettendo il telefono sul mio router e ottengo un livello del segnale inferiore a -10dBm (è un punteggio eccellente) e il segnale rimane perfettamente stabile.



Velocità di scaricamento/caricamento

Per testare la velocità in Wifi, mi collego al mio router in 2.4Ghz e 5Ghz (se disponibile) e uso l'applicazione Ookla per misurare la velocità.

Prestazioni GPS


Per testare la precisione del segnale GPS, utilizzo due applicazioni di posizionamento per valutare la differenza tra la posizione reale e quella indicata dal telefono. Questo test viene fatto all'aperto senza nulla che ostacoli il segnale. Un livello di precisione fino a 3 metri può essere facilmente corretto da un'applicazione (ad esempio Google Maps).

youtube previewyoutube preview
Il Redmi Note 11 è dotato di un chip Qualcomm GPS e come al solito con questo tipo di chip ottengo una precisione di 3 metri all'aperto, non sono mai riuscito ad ottenere un punteggio migliore. Questo livello di precisione è sufficiente per consentire una corretta localizzazione con un'applicazione di navigazione come Google Maps, l'applicazione può applicare correzioni per localizzarti nel posto giusto. Il primo fix del GPS invece è stato piuttosto lungo ma una volta superata questa fase non ho dovuto più aspettare.


Autonomia della batteria

Per testare la durata della batteria ho sviluppato un'applicazione che misura il livello della batteria minuto per minuto fino a quando la batteria è vuota. Questa applicazione consuma circa il dieci per cento delle risorse del telefono e faccio un test con il 100 di luminosità. Questo test mira a riprodurre un uso contemplativo del telefono (ad esempio, navigare in internet, leggere articoli, passare del tempo sui social network). Questi risultati non sono validi per un uso intensivo di gioco/streaming.
Ho misurato il tempo di ricarica con un caricabatterie rapido Ugreen da 100 W e ho impiegato 69 minuti per caricare la batteria dall'1 al 100%. La ricarica rapida da 33 W del Redmi Note 11 lo colloca tra i più veloci in questa fascia di prezzo. Nel grafico seguente, vediamo che la velocità di caricamento non è per niente lineare, ci vogliono solo 12 minuti per caricare il 20% ma l'ultimo 20 percento impiega 25 minuti. È dall'80% che la carica rallenta bruscamente.
redmi note 11 battery charging


Con la luminosità dello schermo al 100% ho ottenuto una durata della batteria di 592 minuti, è una durata della batteria abbastanza simile a quella del Poco M4 Pro e del Redmi 10 che probabilmente usano la stessa batteria. Il consumo è abbastanza lineare come si può vedere nel grafico seguente.
redmi note 11 battery discharging 100
Se abbasso la luminosità al 50%, l'autonomia aumenta a 1376 minuti. È un livello di autonomia confortevole, ma è leggermente inferiore alla media per telefoni con la stessa capacità della batteria. Lo schermo è quindi più impegnativo su questo telefono.
redmi note 11 battery discharging 50


L'autonomia del Redmi Note 11 è quindi buona senza essere straordinaria, la batteria dovrebbe durare 2 giorni in normale utilizzo.

Test della fotocamera

Per testare la qualità delle foto prodotte da un telefono, faccio un test tecnico (risoluzione, nitidezza, aberrazione cromatica,...) in studio (condizioni identiche) per valutare obiettivamente la parte tecnica. A partire dalla seconda metà del 2020, ho costruito il mio laboratorio per effettuare misurazioni tecniche completamente obiettive. Poi scatto le foto in condizioni reali per vedere come si comporta la macchina fotografica. Valuto poi queste foto secondo i miei criteri, ma pubblico le foto in modo che possiate valutare il risultato secondo i vostri criteri.

Attrezzatura

Questo telefono è dotato di due sensori Samsung sul retro, prima c'è il Samsung S5KJN1 da 50 milioni di pixel che trovo anche nel Redmi 10 o nel Poco M4 Pro. C'è anche il Samsung S5K3l6 da 13 milioni di pixel per la parte ultra grandangolare e mancano ancora tre sensori per profondità, ritratti e macro (Omnivision e Galaxycore).

Ho testato il sensore Samsung principale in altri due telefoni e questo tipo di sensore produce foto peggiori rispetto al sensore Sony del Redmi Note 10. Il sensore Samsung è probabilmente più compatto del Sony ma questo va a scapito della qualità. Non conosco il sensore ultra grandangolare utilizzato in questo telefono, quindi sono curioso di vedere cosa potrebbe aver motivato Xiaomi a sostituire il Sony IMX 355 che ha fatto un buon lavoro nella grande maggioranza dei suoi modelli precedenti.

Qualità foto


Qualité des photos (intérieur/studio)

Il test in studio viene effettuato nelle stesse condizioni, in modo che i risultati possano essere confrontati su una base uguale. Calibro la mia illuminazione per ogni test per ottenere la stessa luminosità e temperatura di colore. Questo test è un'analisi preliminare delle qualità tecniche di una telecamera. La maggior parte dei telefoni non supera questo test, quindi dovresti anche leggere i risultati degli altri test nei paragrafi seguenti.

Sensore principale: Samsung S5KJN1
xiaomi redmi note 11 test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo studio 1
La maggior parte delle fotocamere che provo in studio producono foto troppo scure e questo sensore Samsung non fa eccezione alla regola. Il problema può essere risolto utilizzando la modalità manuale, a volte bastano solo uno o due notch di esposizione per trovare una buona esposizione. È praticamente lo stesso problema su tutti i telefoni, quindi non mi soffermerò su questo. La nitidezza al centro è invece abbastanza buona, le lettere sul cubo sono perfettamente leggibili al 100% e non vedo traccia di trattamento di sharpening. La colorimetria è influenzata dalla sottoesposizione, il test tecnico dovrebbe rivelare se questa è corretta. Vedo qualche rumore e tracce di compressione sulle superfici piane.

xiaomi redmi note 11 test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo studio 32
In questa foto ho l'impressione che i colori siano troppo caldi, soprattutto se confrontiamo la stessa foto scattata con il sensore secondario. La nitidezza al centro è buona, permette di leggere la stampa fine della banconota canadese, la nitidezza in periferia diminuisce un po' ma non incide molto sulla qualità dell'immagine. Vedo anche qui compressione e rumore quando ingrandisco oltre il 100% ma non è visibile quando si guarda l'immagine su uno schermo piccolo.

Sensore secondario: Samsung S5K3l6
xiaomi redmi note 11 test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo studio 16
Questo sensore è un sensore ultra grandangolare e questo può essere visto nella significativa distorsione dell'immagine per oggetti vicini al sensore. La foto è un po' meglio esposta rispetto al sensore principale ma la nitidezza in compenso è molto meno buona e questo si vedrà anche nella prossima foto. L'elaborazione del colore sembra più fedele rispetto al sensore principale.

xiaomi redmi note 11 test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo studio 31
mia prima impressione sui colori sembra confermata con questa nuova foto, la colorimetria sembra più precisa con questo sensore perché il sensore principale produce foto con una tinta gialla più pronunciata . La nitidezza è meno buona, le lettere minuscole della banconota canadese non sono più leggibili, si perde in una poltiglia di pixel. Anche il rumore è molto presente. Questo è purtroppo il caso di tutti i sensori di questo tipo.



Foto: test tecnico

Mi sono ispirato ai test tecnici industriali per creare il mio test tecnico per valutare la qualità tecnica di una telecamera. Questo test è una valutazione oggettiva della capacità di una telecamera di rendere correttamente una scena.

Testo i seguenti elementi:
- nitidezza centrale, nitidezza periferica
- fedeltà cromatica basata su 24 colori di riferimento
- livello di aberrazione cromatica
- gamma dinamica (capacità di catturare aree scure e chiare senza perdita)
- distorsione

La valutazione tecnica può differire dalla valutazione soggettiva poiché la sensazione di una foto sarà influenzata dall'elaborazione fornita da ogni produttore.

Sensore principale: Samsung S5KJN1

Ho testato questo sensore nel Poco M4 Pro e i risultati di questo test confermano la mia metodologia perché ho ottenuto all'incirca gli stessi risultati con il Redmi Note 11 .

Nitidezza al centro: buona
Nitidezza in periferia: 55% di perdita di nitidezza (avevo ottenuto anche il 55% con il Poco M4 Pro)
: nessuna (come Poco)
Aberrazione cromatica periferica: lieve (come Poco)
Gamma dinamica: media (come Poco)
Fedeltà colore: Ho ottenuto a dE di 13.97 (leggermente inferiore sul Poco)
Distorsione: molto bassa

La tecnica di valutazione conferma la mia osservazione soggettiva. Questo sensore Samsung produce foto decenti per un telefono in questa fascia di prezzo. Il modello precedente era dotato di un sensore Sony IMX 582 che produce foto di qualità superiore con una migliore nitidezza e gestione del colore.

Sensore secondario: Samsung S5K3l6

Nitidezza centrale: bassa
Nitidezza periferica: 31% di perdita di nitidezza
Aberrazione cromatica al centro: lieve
Aberrazione cromatica alla periferia: sopra la media
Gamma dinamica: bassa
Fedeltà colore: ho ottenuto un dE di 15.57
Distorsione: media

nitidezza è chiaramente il punto debole di questo tipo di sensore, questo è confermato ancora una volta. La mancanza di nitidezza è abbastanza simile al Sony IMX 355 che Xiaomi ha installato nella maggior parte dei telefoni venduti nel 2021. D'altra parte sono rimasto sorpreso dalla colorimetria, pensavo sarebbe stato migliore di quello del sensore principale ma io ho era sbagliato, è il contrario. Noto però che sul rosso e sul giallo la fedeltà è migliore, è senza dubbio quella che mi ha tratto in inganno. Questo sensore ultra grandangolare è quindi meno buono del Sony IMX 355 del modello precedente.

Qualità delle foto all'aperto

Sensore principale: Samsung S5KJN1

redmi note 11 test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo sun 11
Questo test fotografico all'aperto è stato effettuato verso mezzogiorno di gennaio, il cielo era leggermente nuvoloso ma la luminosità era abbondante, quindi sono buone condizioni per scattare foto. Ho prima scattato in modalità automatica senza alcuna assistenza e poi ho testato le modalità AI, HDR e pro per valutare le differenze. Questa prima foto è stata scattata senza AI o HDR. La prima cosa che mi ha colpito è stata la saturazione del blu, il blu è molto saturo e se utilizzo la modalità AI il risultato è ancora più pronunciato. Esteticamente lo trovo abbastanza carino ma questa sovrabbondanza di blu non rispecchia la realtà. La nitidezza in primo piano è corretta ma c'è una notevole perdita di dettaglio sullo sfondo dell'immagine. Questo non viene visualizzato sullo schermo di un telefono. La luce è calda, questo corrisponde alla realtà ma questo sensore tende a produrre immagini più calde anche quando la luce non si presta ad essa. La gamma dinamica è nella media.

Ecco un esempio con la modalità AI:
redmi note 11 test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo sun 12
Con la modalità AI, il blu è ulteriormente accentuato al punto da rendere la foto completamente irrealistica, non lo faccio consiglio quindi di non usarlo. L'HDR invece permette di recuperare le zone d'ombra senza fare troppi danni.

redmi note 11 test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo sun 38
Ecco un'altra foto scattata da un'altra angolazione per la luce, vediamo ancora un blu troppo pronunciato. La nitidezza alla periferia avrebbe potuto essere un po' più pronunciata, le cortecce non sono super dettagliate.

Non posso dire che la qualità delle foto prodotte da questo sensore sia pessima, penso solo che la qualità sia un po' regredita rispetto alla generazione precedente che utilizzava un sensore Sony. La differenza non sarà troppo evidente se non ingrandisci, la cosa più visibile è la sovrabbondanza di blu.

Sensore secondario: Samsung S5K3l6

redmi note 11 test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo sun 15
È su questo tipo di paesaggio che il sensore ultra grandangolare s esprime il meglio nonostante le sue debolezze tecniche. Non c'è predominanza del blu qui, i colori sembrano più naturali rispetto al sensore principale, ma d'altra parte l'elaborazione del cielo ha perso completamente il controllo. I rami a contatto con il cielo sono circondati da un alone spettrale azzurro. La nitidezza è piuttosto bassa e la foto è molto rumorosa (nonostante i 50 ISO).

Ecco alcune altre foto che dovrebbero permetterti di formarti un'opinione sulla qualità delle foto fornita da questo telefono:


Test fotografico / luce bassa - notte

redmi note 11 test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo night 5
I telefoni entry-level non producono spesso scatti notturni ma la gamma Redmi è riuscita a sorprendermi dato che avevo fatto degli ottimi scatti notturni con il Redmi Note 7. Le cose sono peggiorate, purtroppo è degradata nel tempo perché anche con una modalità notturna, il Redmi Note 11 non può ripetere l'impresa del Redmi Note 7. La qualità delle foto notturne è abbastanza nella media, il rumore digitale è molto presente e un'eccessiva levigatura fa perdere molti dettagli.

redmi note 11 test review avis recensione prueba opinion beoordeling photo night 8
Il sensore ultra grandangolare non fa di meglio ma se lo confronto con altri sensori di questo tipo, trovo che faccia meglio della media, le foto non lo sono completamente buio. In compenso il rumore digitale è molto visibile e lo smoothing è troppo pronunciato.

Qualità video


Stabilizzazione

youtube previewyoutube preview
Il Redmi Note 11 è in grado di girare a 1080p e 60fps, l'opzione 4k non è disponibile. La stabilizzazione non è molto efficace perchè i sussulti dei passi non sono molto ben smorzati, il video va un pò in tutte le direzioni. È abbastanza raro trovare una stabilizzazione video entry-level, quindi questo risultato non mi sorprende.

Video in condizioni normali
youtube previewyoutube preview
Ho fatto questo video in 1080p e 60fps, il telefono non offre la possibilità di filmare in 4k, è un peccato perché influisce sulla qualità del video. La fluidità del video è buona grazie ai 60fps ma in compenso la nitidezza non è buona se lo si guarda su un grande schermo. Questo non si vede sullo schermo di un telefono ma se guardi questi video sullo schermo di un PC con una buona risoluzione, vedrai che il video è molto pixelato.

Video in penombra

youtube previewyoutube preview
Il video realizzato durante il giorno aveva mostrato che il Redmi Note 11 non offriva una nitidezza spettacolare per il video, è ancora peggio per la notte dove mi sembra che la messa a fuoco non riesca a cogliere l'arredamento . Il video è pixelato dall'inizio alla fine, anche il rumore digitale è molto presente. Il Redmi Note 11 non è quindi un campione per video/fotografia notturna.

Qualità audio esterna


Questo test ha lo scopo di darvi una panoramica del volume e della qualità del suono durante le chiamate e quando ascoltate la musica attraverso gli altoparlanti esterni.

youtube previewyoutube preview

Musica con altoparlanti esterni

Il Redmi Note 11 produce un suono abbastanza sottile negli alti, i bassi invece mancano un po' di profondità con gli altoparlanti esterni. Il suono prodotto è un po' più potente della media.
Qualità del suono durante le chiamate
Per le chiamate, il Redmi produce un suono abbastanza acuto ma consente una comunicazione chiara. Il volume di ascolto è superiore alla media. Se passo alla modalità altoparlante, il volume è ovviamente più alto ed è leggermente al di sopra della media, il suono è ancora acuto ma non tanto quanto con l'altoparlante principale.

Qualità audio (cuffie)

Per testare la qualità dell'uscita audio del telefono, collego l'uscita audio del dispositivo ad uno strumento di misura, quindi riproduco i suoni su tutte le frequenze e misuro le differenze tra il suono originale e il suono prodotto dal telefono. In questo modo misuro la capacità del telefono di riprodurre correttamente tutti i.
redmi note 11 frequency respons
Il suono prodotto dall'uscita jack è di buona qualità, questo telefono è in grado di coprire tutte le frequenze senza discostarsi troppo dalla norma. La copertura in frequenza è addirittura migliore rispetto al Redmi Note 10s, si discosta dal riferimento negli alti ma la differenza è impercettibile. La potenza del suono è nella media e le distorsioni sono molto basse.

Qualità dello schermo

Per testare lo schermo utilizzo una sonda colorimetrica che misura la precisione dei colori su uno schermo e altri parametri per vedere se uno schermo è in grado di riprodurre accuratamente un'immagine. Testerò anche il livello di luminosità per determinare se lo schermo sarà in grado di visualizzare un'immagine in piena luce solare.

Colorimetria

redmi note 11 screen calibration
Lo schermo del Redmi Note 11 non è calibrato correttamente, devi cambiare la modalità colore in colore standard per ottenere un'eccellente colorimetria. Dopo aver apportato questa modifica ho ottenuto un dE di 0.91, è un ottimo livello di colorimetria degno dei telefoni di fascia alta. La temperatura del bianco è 6629k, che gli conferisce un aspetto leggermente bluastro ma quasi invisibile ad occhio nudo.



Luminosità / Contrasto

Il contrasto del Redmi è pressoché infinito perché utilizza un buon schermo amoled, questo dona un'ottima profondità all'immagine. La luminosità è di circa 400 cd/m² senza assistenza e se si utilizza la modalità sole, la luminosità sarà abbastanza forte da leggere lo schermo sotto il sole. Tuttavia, ho notato un'elevata riflettività dello schermo (effetto specchio).

Biometria

Il sensore di impronte digitali si trova sul pulsante di accensione, questo sensore funziona molto bene ed è abbastanza veloce. È disponibile anche il riconoscimento facciale 2D, in linea di principio dovrebbe funzionare meglio sotto MIUI 13 ma non ho notato differenze.

Sistema operativo


Il Redmi Note 11 è il primo telefono che ho testato con MIUI 13, la maggior parte dei telefoni di questo marchio che ho testato di recente utilizzava MIUI 12.5.

Cosa c'è di nuovo?
- miglioramento delle prestazioni (+15% secondo Xiaomi)
- nuovi sfondi live
- multitasking migliorato
- nuove funzionalità per proteggere i tuoi dati
- nuovi caratteri
- filigrana del documento
- nuovi widget con compatibilità estesa per tablet con MIUI

Bug incontrati

Non ancora disponibile / testato

Accessori Redmi Note 11

Confronta Redmi Note 11 con altri dispositivi

Revisione finale / conclusione


Finora Redmi è sempre riuscita a dominare la concorrenza nell'entry level commercializzando telefoni completi ad un prezzo accessibile e quindi prima di scrivere la conclusione per questo nuovo modello, mi sono posto la domanda su cosa potrebbe offrire la concorrenza ad un prezzo equivalente.. Alla Samsung, niente. Alla Apple, niente. Da Huawei, niente. Da Oppo, niente. Potrei continuare così con la maggior parte delle grandi marche. Ovviamente tutti questi marchi commercializzano telefoni in grado di competere con il Redmi Note 11, producono anche molti modelli che vanno meglio ma ogni volta sono più costosi. Il più grande concorrente di Redmi è Redmi/Xiaomi/Poco!

Mi è piaciuto molto il Redmi Note 10, è stato per me di gran lunga il miglior telefono intorno ai 200€. Quindi mi chiedevo se questo nuovo modello avrebbe funzionato ancora meglio e la mia risposta è sì per alcuni criteri e no per altri criteri. Il Redmi Note 11 si distingue a livello di finitura un po' meglio del modello precedente, uno schermo leggermente migliore calibrato, una migliore sensibilità di rete, una migliore sensibilità wifi, prestazioni leggermente superiori. Le differenze con il modello precedente non sono gigantesche ma sono molto reali.

È nella foto che trovo che il Redmi Note 10 stia meglio, il "vecchio" sensore Sony che era già utilizzato 3 anni fa produce foto più nitide e più chiare di questo nuovo modello dove ho hanno troppa accentuazione del blu e meno nitidezza rispetto al modello precedente. Questo non indebolisce troppo il Redmi Note 11 rispetto ad altri brand ma noto una regressione rispetto al modello precedente

Questo Redmi Note 11 sarà un successo? Molto probabilmente perché anche se la differenza con il modello precedente non è enorme, apporta dei discreti miglioramenti che consentono alla gamma di evolversi mantenendo un vantaggio sulla concorrenza.

Offerta

Xiaomi ha deciso di colpire duramente con questo nuovo Redmi Note 11 lanciandolo al prezzo di 159$. A questo prezzo non troverai niente di meglio. Le quantità sono limitate quindi affrettatevi!

Offerta limitata: Redmi Note 11 da $ 159

Il lancio del Redmi Note 11 è accompagnato dal lancio dei Redmi Note 11s con anche un'offerta di lancio: Redmi Note 11s da €229


Punti di forza:

- ottimo schermo (colorimetria, contrasto, luminosità, 90hz,...)
- buona sensibilità alla rete 4G e wifi
- buon volume di ascolto per le chiamate
- buon prezzo/ rapporto prestazioni
- velocità di ricarica della batteria

Punti di debolezza:

- colorimetria delle foto
- nitidezza dei video (limitazione 1080p)
- mancanza di profondità del suono attraverso l'altoparlante

Alternative a questo prodotto

Non ancora disponibile / testato





Laurent Willen LAURENT WILLEN
Capo di me stesso su questo blog

Condivido le mie passioni sul mio blog nel tempo libero dal 2006, preferisco quello alle sciocchezze in TV o sui social network. Lavoro da solo, sono senza dubbio uno degli ultimi sopravvissuti al mondo dei blog e dei siti personali.

La mia specialità? Il digitale in tutte le sue forme. Ho trascorso gli ultimi 25 anni lavorando per multinazionali dove ho gestito team digitali e generato ricavi per oltre 500 milioni di euro all'anno. Ho esperienza nel settore delle telecomunicazioni, dei media, dell'aviazione, dei viaggi e del turismo.
Samsung Galaxy A25 5G: test / recensione
È da qualche anno che non provo un Samsung entry-level per mancanza di tempo, ma ora torno a farlo con l'A25 e lo confronto con i suoi rivali cinesi.
POCO F6 Pro: test e recensione completi
POCO ha tirato fuori l'artiglieria pesante per fare il solletico al top di gamma di altri marchi... potenza, eleganza e una nuova fotocamera. Un successo o un fallimento?
Xiaomi Redmi Note 13 : test / recensione
I prezzi salgono per tutto, ma finora Redmi è sempre riuscita a vendere i suoi modelli entry-level a circa 200 euro, anche se senza grandi innovazioni. È ancora così?
Redmi Note 13 Pro: recensione completa (qualità fotografica)
Il Redmi Note 13 Pro alza l'asticella con prestazioni ancora più elevate, un ottimo schermo e un sensore fotografico da 200 megapixel. Solo marketing o un vero affare?
POCO X6 5G : Test / Recensione
La gamma X di POCO è sempre stata sinonimo di prestazioni a basso prezzo e il POCO X6 rafforza ulteriormente questa posizione offrendo ancora più potenza per un pubblico molto ampio.
Honor Magic6 Lite 5G : test / recensione
Un design sobrio, premium ed elegante... un sensore fotografico enorme, buone prestazioni, l'Honor Magic 6 Lite ha tutto per piacere... almeno in teoria!
Xiaomi Redmi Note 12 Pro: test / recensione
Il Redmi Note 12 Pro è dotato di un sensore fotografico Sony, cosa che non accadeva da tempo, porterà finalmente qualcosa di nuovo?
Honor 90 Lite: test / recensione
Honor ha subito una serie di cambiamenti negli ultimi anni e non avevo ancora avuto l'opportunità di testare uno dei suoi smartphone di ultima generazione.
POCO X5 5G : test / opinione
Il POCO X5 5G è un acquisto magistrale nella fascia media, sa fare tutto o quasi pur limitando il budget.
Google Pixel 6a: recensione, test e qualità delle foto
Un nuovo Pixel a un prezzo accessibile, è possibile! Il Pixel 6a è un dispositivo di fascia media con tutte le qualità di un dispositivo di fascia alta.
Unihertz Luna : test / opinione
Non conoscevo Unihertz fino a 6 mesi fa, sono rimasto piacevolmente sorpreso dal primo modello che ho provato, riuscirà il Luna a sorprendere anche me?
POCO F5 : test / recensione
Questo nuovo POCO è il diciassettesimo telefono di questa marca che testo, quindi ho molto tempo per valutare se questo nuovo modello vale le distrazioni.
Poco X4 Pro 5G: test / recensione
Il Poco X4 Pro è il secondo telefono della gamma X Pro di Poco, il primo è stato un successo, questo secondo modello seguirà lo stesso percorso?
POCO M5 : test, opinione e prezzo
Ho acquistato quasi tutta la gamma POCO M e pensavo che il marchio non avesse innovato molto negli ultimi mesi. L'M5 cambierà questa situazione?
Unihertz Tank : test / meinung
Volete sopravvivere a un'invasione di zombie o semplicemente sopravvivere nella giungla con uno smartphone? Credo di avere quello che fa per voi!
Poco F3 Test / Recensione
La famiglia Poco con una nuova generazione della serie F ma con un focus sulle prestazioni invece che sulla fotografia. Il Poco F3 offre una potenza ineguagliabile in questo segmento di prezzo, i giocatori saranno contenti.
Doogee S96 Pro: test / recensione
Dopo una prima esperienza positiva con il marchio Doogee, ho deciso di comprarne una seconda con questo S96 Pro che sembra offrire un interessante rapporto prestazioni/qualità/prezzo.
Redmi Note 10s: test / recensione
La macchina Xiaomi continua a produrre più modelli di qualsiasi marca e questo Redmi Note 10s si inserisce tra il Redmi Note 10 e il Redmi Note 10 Pro
Xiaomi Redmi Note 12: test / recensione
Ho testato la gamma Redmi negli ultimi 5 anni e ogni volta ho visto un modello interessante. In linea di principio questo modello dovrebbe essere interessante, ma Redmi seguirà la tradizione?
iiiF150 R2022: test / recensione
iiiF150 R2022 è posizionato come un telefono robusto con un design molto militare. Questo telefono si discosta chiaramente dai soliti standard per assumere un'identità quasi brutale.
Poco X3 Pro: test / recensione
Il Poco X3 Pro prende le basi del Poco X3 (che era un buon telefono) offrendo il 50% di prestazioni in più per un prezzo più o meno equivalente. Diventa così il re delle prestazioni nella fascia media.
Realme GT 5G: test completo / recensione
Non ho testato un Realme da un po', ma non potevo perdere l'opportunità di testare questo nuovo Realme GT. La potenza di questo telefono gli permetterà di competere con i telefoni più potenti sul mercato ad un prezzo inferiore.
Redmi Note 11 Pro+ 5G: test / recensione
Dopo il Note 11, Note 11 Pro, ecco una terza versione della generazione "11" con un Pro+ 5G che è un 11 Pro con più potenza.
Poco M4 Pro 4G: test / opinione
Dopo una prima versione in 5G, il Poco M4 Pro torna in versione 4G con uno schermo migliore, una fotocamera migliore e più memoria
Xiaomi 11T: test / recensione / qualità delle foto
La gamma T sale di una tacca e solletica il top della gamma di altre marche. Ha una fotocamera da 108 milioni di pixel e uno schermo amoled.
Test del Google Pixel 5 / qualità delle foto
Volevo testare il Google Pixel 5 da molto tempo, soprattutto per la foto. L'ho trovato troppo costoso, così l'ho comprato di seconda mano.
Poco M4 Pro 5G: test / recensione e prezzo
Poco è tornato con un dispositivo entry-level sovralimentato e questo Poco M4 Pro è sicuro di essere un top performer a meno di 200€
TCL 10 Pro: test / recensione / prezzo
Non conoscevo il marchio TCL prima di provare il TCL 10 Pro, sono stato positivamente sorpreso dall'alto livello di finitura ma il resto regge?
Redmi 10: test / recensione
Generazione dopo generazione, Xiaomi riesce a rinforzare i suoi telefoni entry-level fino al punto in cui fanno il solletico ai modelli di fascia media.
Umidigi Bison Pro: test / recensione
Umidigi ha fatto un grande ingresso nel mondo degli smartphone rugged con l'Umidigi Bison, ora sono tornati con la versione Pro con una finitura più bella e più potenza.
Redmi Note 11: test / opinione
Ho provato la gamma Redmi dal Redmi 5 e questo marchio si è affermato come il re dell'entry level, il Redmi Note 11 seguirà lo stesso percorso?
Redmi Note 11 Pro: test / recensione
Il Redmi Note 11 Pro si muove verso un formato più premium ma con elementi del modello precedente. Resisterà ancora alla concorrenza?
TCL 30 SE : test / opinione / prezzo
Chi ha detto che l'entry level non è interessante? Per 150€ il TCL SE non è una macchina performante ma ha molte altre risorse da offrire.
Poco F4 GT: recensione completa e opinione
Il Poco F4 GT è uno smartphone sovralimentato progettato per soddisfare le esigenze dei giocatori hard core o di coloro che vogliono semplicemente le migliori prestazioni.
Oukitel WP18: test e recensione
Non avevo testato nessun telefono di questo tipo per alcuni mesi e ho deciso di testare questo perché il suo posizionamento di prezzo lo renderà senza dubbio interessante per un pubblico molto ampio.
Poco X4 GT Recensione / Test
Poco continua a raggiungere la luna con telefoni sempre più potenti, ma fortunatamente le qualità del telefono non si fermano qui.
Poco F4 : test / opinione / recensione
La gamma F rappresenta il top di gamma di Poco ed è spesso sinonimo di potenza, design e innovazione. È ancora così con l'F4?
OnePlus Nord 2T : test / recensione
Questo OnePlus è il secondo telefono di questo marchio che provo, il primo non mi ha impressionato ma questo ha alcuni argomenti forti per farmi cambiare idea.
Redmi 10A: test e recensione
Alcuni non conoscono la crisi acquistando iPhone a più di 1000€, per gli altri Redmi offre un telefono a circa 100€.
OnePlus Nord N100: test / recensione
Non ho ancora testato nessun telefono OnePlus perché erano troppo costosi, ma con l'N100, OnePlus sta entrando in una fascia di prezzo più accessibile, quindi ho dovuto testarlo.
Poco M3 Pro: test / recensione
Dopo l'enorme successo del Poco M3 alla fine del 2020, Poco lancia la versione PRO con un rapporto prestazioni/prezzo che scuoterà ancora il mercato degli smartphone sotto i 200€.
Samsung Galaxy A52: test / recensione
Non provo spesso i dispositivi Samsung come molti altri già fanno, ma ho voluto fare un'eccezione per il Galaxy A52 che probabilmente genererà molte vendite.
page index
Indice
prices
Prezzo
notifications
Avvisi
category
Categoria
comments
reazioni


Domande/Commenti

politica sulla riservatezza | Termini e Condizioni