Caricamento delle informazioni, attendere...loading
chiudi questa finestra
Telescopio Seestar S50: test/recensione

notificationsAttivare le notifiche
SpiegazioniAttiva le notifiche per essere avvisato quando sono disponibili nuovi articoli e offerte. Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento. Questa funzione non funziona su iOS.
Su questa pagina:
Zwo?
Unboxing
Panoramica
Configurazione
Applicazione
Domenica
Cielo Profondo
Pianeti
Luna
Paesaggio
Batteria
La mia esperienza/opinione
Galleria di immagini
Conclusione
Oggetti Collegati

Telescopio Seestar S50: test/recensione


Pubblicato su: 18-01-2024 / Modificata: 26-02-2024

Da bambino sognavo di viaggiare attraverso la galassia come gli eroi dei miei cartoni animati preferiti (Albator, Capitan Flam,...). Internet non esisteva e tutto quello che avevo a portata di mano era un vecchio binocolo per osservare le stelle durante le vacanze estive. All'inizio degli anni 2000 ho iniziato a lavorare e ho deciso di acquistare un telescopio per avvicinarmi alle stelle.

A quel tempo tutto era manuale e tirare fuori il telescopio non era una cosa che si improvvisava, vivevo in città e quindi le possibilità di uscire erano piuttosto limitate...eppure ricordo molto bene il giorno in cui vide per la prima volta Giove con le sue lune che proiettavano la loro ombra sul pianeta. Ricordo anche la grande macchia marrone che era ben visibile. È stato un po’ come se tutto quello che dicevamo sullo spazio diventasse improvvisamente realtà. Successivamente ho fatto un po' di astrofotografia ma la mancanza di tempo ha finito per avere la meglio su questa passione che consumava tempo.

Negli anni '20 sono apparsi sul mercato i telescopi intelligenti, in particolare Vaonis, ma questo prodotto era completamente troppo caro. È stato solo durante una campagna di crowdfunding che ho acquistato il telescopio Dwarf II commercializzato da Dwarf Labs per riconnettermi con la mia vecchia passione per le stelle. Ho avuto un'esperienza mista, non tanto per il telescopio in sé perché trovo che funzioni bene ma è stata l'applicazione per gestirlo ad essere catastrofica.

Oggi ho l'opportunità di testare il Seestar S50 che sulla carta dovrebbe spazzare via tutti i primi errori del Dwarf II e permettermi finalmente di fare astrofotografia senza dovermi preoccupare di settaggio, collimazione, calibrazione e tutto ciò che rende di più l'osservazione delle stelle. complesso... senza contare che in Belgio trovare un pezzo di cielo incontaminato non è scontato!

Dove acquistare?


Il telescopio Seestar S50 è attualmente disponibile solo sul sito ufficiale:
Seestar S59 / sito ufficiale

Zwo?


Zwo è l'azienda che commercializza il Seestar S50, la sua connotazione non lascia dubbi sulla sua origine cinese ma non è un male, anzi! Provo principalmente prodotti cinesi perché in pochi anni sono riusciti a realizzare prodotti di qualità senza richiedere la donazione di un rene per poterli acquistare. Dwarf II è stato un interessante primo tentativo nel mondo dei telescopi intelligenti, questo Seestar S50 alza il livello senza far lievitare il prezzo.

Zwo non è una società nuova, è specializzata nella commercializzazione di fotocamere per astrofotografia, quindi questo telescopio non è il loro primo prodotto. Potete consultare il loro catalogo anche sul sito ufficiale:
Sito ufficiale Zwo

Unboxing


telescope SeeStar S50 test review avis recensione prueba opinion beoordeling 5

Il telescopio Seestar S50 è estremamente ben confezionato e quando dico estremamente non esagero. Il telescopio è arrivato in una scatola di cartone marrone come la maggior parte dei prodotti. In questa scatola di cartone il telescopio era imballato in un'altra scatola di cartone con questa volta un'immagine del prodotto e in questa scatola di cartone c'era una custodia in schiuma per proteggere il telescopio da eventuali urti che potrebbe subire.proveniente dalla Cina.

Nella custodia in schiuma troviamo ovviamente il telescopio con cavo di alimentazione (senza caricatore), manuale, un grande treppiede (grande quanto il telescopio) e un filtro solare. Il treppiede sembra davvero solido, è dotato di viti di bloccaggio ovunque. Dobbiamo vedere in uso se sarà stabile come sembra, ma la prima impressione è piuttosto buona.



Panoramica


telescope SeeStar S50 test review avis recensione prueba opinion beoordeling 11

Il telescopio Seestar S50 è piuttosto grande, misura 24 cm per 14 cm e 12 cm. È comunque abbastanza leggero da poter essere sollevato con una mano, pesa 2,3 kg. Il suo formato mi ricorda un po' il telescopio Vaonis e penso che sia senza dubbio il formato più efficace per questa tipologia di prodotti. La costruzione della Dwarf II è molto diversa ma ha la diretta conseguenza che la lunghezza focale è molto più piccola.

Il proiettore è realizzato essenzialmente in materiali plastici ma con un buon livello di finitura che dà un'impressione di solidità. La plastica non si deforma quando la premo, come talvolta accade con i prodotti entry-level.

telescope SeeStar S50 test review avis recensione prueba opinion beoordeling 14

Per accenderlo, è necessario premere una volta il pulsante sul retro e quindi premere nuovamente direttamente il pulsante per diversi secondi. Si sentirà quindi una voce in inglese che conferma l'avvenuta accensione. In questa fase non puoi ancora fare nulla con il proiettore, dovrai associarlo all'applicazione ma tornerò su questo punto nel paragrafo successivo.

telescope SeeStar S50 test review avis recensione prueba opinion beoordeling 20

Una volta aperto, il tubo del telescopio può puntare verso il cielo e orientarsi sull'asse orizzontale e verticale utilizzando l'applicazione.

telescope SeeStar S50 test review avis recensione prueba opinion beoordeling 27

L'apertura è abbastanza ampia, l'ingresso misura 4 cm che dovrebbe permettere l'ingresso di più luce rispetto al Dwarf II. Questo è ovviamente molto poco rispetto ad un telescopio classico, il mio ha un ingresso da 150 mm ma l'elettronica di bordo di questo Seestar mi permetterà forse di arrivare più velocemente al risultato finale.

telescope SeeStar S50 test review avis recensione prueba opinion beoordeling 18

Sotto il telescopio troviamo ovviamente la vite di serraggio per il treppiede ma qui vediamo l'asse motorizzato che permetterà al telescopio di orientarsi sull'asse orizzontale. Questo meccanismo di rotazione non creerà uno spazio tra il telescopio e il suo piede come avveniva sul Dwarf II, occuperà quindi lo stesso spazio indipendentemente dalla sua posizione.

Configurazione


Per utilizzare il telescopio Seestar S50 è necessario scaricare l'applicazione Seestar dal Play Store/AppStore. Questa applicazione è completamente gratuita e ti permetterà di controllare il telescopio senza problemi. Al primo avvio dovrai associare l'applicazione al telescopio tramite una connessione wifi tra il telescopio e il tuo telefono. È abbastanza comune per questo tipo di dispositivi, ho avuto la stessa cosa con il Dwarf II ed è lo stesso con i robot aspirapolvere che ho testato. L'unico problema con questo tipo di connessione è che mentre il tuo telefono è connesso al telescopio tramite Wi-Fi, necessariamente non avrai più accesso al Wi-Fi di casa tua.

Dopo la prima connessione, l'applicazione scaricherà un aggiornamento del software del telescopio e lo installerà. Ciò avrà anche l'effetto di configurare il telescopio in relazione alla tua posizione. Sono stato sorpreso di vedere, ad esempio, che la voce del telescopio era stata cambiata in francese.


Applicazione


youtube previewyoutube preview

L'applicazione è molto completa e molto semplice da usare, qui ci ritroviamo davvero in un concetto "select & shoot" dove si sceglie cosa si vuole osservare, il telescopio ne determina la posizione e se l'oggetto scelto è disponibile lo punterà in modo completamente indipendente. Naturalmente hai la possibilità di individuare manualmente gli oggetti nel cielo utilizzando una mappa del cielo direttamente integrata nell'applicazione.

L'applicazione è divisa in diverse sezioni, prima c'è la configurazione del telescopio, poi le informazioni meteo per la vostra regione, le categorie di oggetti disponibili nel catalogo, poi una selezione di ciò che potete osservare e alcuni consigli.

Per ogni configurazione, il telescopio punterà nel punto giusto nel cielo ma potrà anche essere controllato manualmente. Entrerò un po' più nel dettaglio non appena il cielo me lo permetterà.

Domenica


Erano passate settimane dall'ultima volta che avevo visto il sole e mi chiedevo quanto ancora avrei dovuto aspettare prima di poter testare il telescopio per osservare il sole. Sono stato fortunato perché il giorno dopo aver disfatto le valigie ho avuto una giornata con un sole splendente. Così ho colto l'occasione per tirare fuori il telescopio e osservare il sole.

seestar s50 sun observation 3

Configurare il telescopio è semplicissimo, basta posizionarlo su una superficie piana. Ricordatevi di guardare il livello del treppiede prima di fissare il telescopio perché una volta posizionato non vedrete più la bolla del treppiede. Per osservare il sole è assolutamente necessario posizionare il filtro in modo da non bruciare l'apparecchio. Nell'applicazione scegli il sole e il Seestar S50 si dirigerà da solo verso il sole, metterà a fuoco e attiverà il tracciamento automatico. Per questo primo tentativo ho impiegato più o meno un minuto perché il telescopio si posizionasse nel punto giusto e mettesse a fuoco.



Una volta fissata la posizione del sole, il Seestar regola automaticamente la rotazione della terra, non ho notato alcuna deviazione durante i 10-15 minuti di osservazione. Ho colto l'occasione per scattare qualche foto a diversi livelli di esposizione, ho anche realizzato qualche video.

Video:
youtube previewyoutube preview

Il telescopio registra video in 1920x1080 pixel con 16 fotogrammi al secondo. Qui vediamo abbastanza chiaramente che il telescopio riesce senza problemi a mantenere il sole al centro dell'immagine, alcuni piccoli movimenti sono percepibili ma non ostacolano l'osservazione. Il video è di discreta qualità, non ho modificato le impostazioni di esposizione o messa a fuoco, questo è il risultato ottenuto senza fare nulla in modalità automatica.

Immagini:
Ecco alcune foto scattate contemporaneamente e senza modifiche nelle impostazioni. Ho scattato queste foto a metà dicembre intorno alle 10, il sole è abbastanza basso e questa posizione non è favorevole a scattare foto di buona qualità a causa dell'inquinamento atmosferico. Nonostante le condizioni sfavorevoli, trovo che il Seestar S50 si comporti davvero bene. Devo ancora testare la possibilità di catturare il sole in formato raw (RAW) per vedere se riesco a trovare dettagli che non sono direttamente visibili nella foto JPG.


Cielo Profondo


Osservare il cielo rappresenta una vera sfida in Belgio perché il numero di notti stellate è piuttosto limitato e quando le stelle sono presenti, l'inquinamento luminoso e atmosferico rendono l'osservazione più complicata. Il Belgio è tra i primi 5 al mondo per densità di popolazione e anche se vivo in campagna è pur sempre Belgio e trovare un angolo di cielo senza inquinamento luminoso è davvero complicato. Ho avuto comunque la fortuna di poter testare il telescopio il giorno dopo averlo ricevuto per una prima serie di foto.

Per iniziare questa prima osservazione ho puntato il telescopio verso M42 perché era molto ben orientato rispetto al mio giardino, potevo vedere abbastanza chiaramente le 3 stelle ad occhio nudo. In meno di un minuto, il telescopio si posiziona nella posizione giusta e inizia il tracciamento. M42 è apparso sul mio schermo molto velocemente e sono rimasto davvero colpito dalla nitidezza dell'immagine fin dai primi secondi. Avevo già osservato M42 con un normale telescopio e poi con il Dwarf II non avevo raggiunto un risultato del genere così in fretta.

Ecco cosa ho ottenuto dopo 3 minuti di osservazione:
1702847763433

Il risultato è semplicemente sbalorditivo. Chiunque può ottenere questo tipo di scatto in pochi clic.

Ho fatto qualche altra osservazione tra cui M31, M45, M1:

Il risultato è meno convincente che con M42 ma non ho ancora esplorato le possibilità di sovrapporre le immagini per ottenere un risultato migliore.

Ecco un nuovo video che mostra tutti i passaggi per osservare M42 in pochi minuti:
youtube previewyoutube preview


Pianeti


Questo telescopio non è progettato per l'osservazione planetaria; per ottenere un buon risultato è necessaria una lunghezza focale maggiore. Tuttavia, puoi osservare i pianeti vicini come Giove che è visibile ad occhio nudo. Il telescopio consente di puntare Giove e compensare il movimento rotatorio della Terra. Giove appare come una palla bianca molto luminosa con diverse altre sfere bianche più piccole su un asse orizzontale, queste sono alcune delle lune di Giove che sono chiaramente visibili con questo tipo di telescopio. Non vedrai più niente e non c'è molto altro da fare qui. Ho provato a ridurre il tempo di esposizione per diminuire la luminosità del pianeta ma non sono riuscito ad ottenere un'immagine più nitida che ci avrebbe permesso di vedere la grande tempesta di Giove. Penso che con questo tipo di telescopio potrebbe essere molto difficile. Avevo già potuto osservare la macchia con un telescopio da 750mm ma idealmente sarebbe necessario un tubo ancora più lungo.

Luna


Anche in questo caso il tempo non è stato dei migliori ma ho avuto la fortuna di poter osservare la luna per una decina di minuti prima che le nuvole arrivassero a coprirla. Il puntamento verso la luna è stato eseguito abbastanza rapidamente, così come la messa a fuoco, e in meno di un minuto la luna è stata visualizzata molto chiaramente sul mio schermo.

Questo è il risultato finale:
telescope SeeStar S50 test review avis recensione prueba opinion beoordeling 100


E alcune foto intermedie


Il risultato è ancora una volta davvero sorprendente. Ovviamente ottengo foto migliori con il mio telescopio Orion ma per un telescopio elettronico e con una lunghezza focale così piccola, trovo che il risultato sia davvero buono.

Ho anche realizzato un video per mostrare che il tracciamento è altrettanto buono:
youtube previewyoutube preview


Anche qui la risoluzione è limitata a 1920x1080 ma è più che sufficiente per la maggior parte degli schermi.

Paesaggio


Non ancora testato

Batteria


Primo test: avevo circa il 40% di batteria rimasta quando ho iniziato l'osservazione, ho puntato il telescopio verso una nebulosa e l'ho lasciato seguire per sperare di catturare più dettagli. Il telescopio è durato circa 1h30. Per ricaricare la batteria completamente scarica, ho impiegato circa 1 ora e 20 minuti.

La mia esperienza/opinione


Quando ho acquistato il Dwarf II, ero molto entusiasta di provarlo. Il cielo e le condizioni meteorologiche hanno complicato questo primo test, è la stessa cosa per il Seestar S50 ed è ancora più frustrante perché ho capito subito che questo telescopio aveva un potenziale enorme. Aspetto ancora con ansia le notti stellate ma ho potuto testare abbastanza questo telescopio per darvi un parere dettagliato.

La prima cosa positiva da dire su questo telescopio è il suo formato e la sua facilità di installazione. Il Seestar S50 è piuttosto imponente in termini di dimensioni e ingombro ma è estremamente ben progettato e penso che questo tipo di formato (come il Vaonis) diventerà lo standard per altri prodotti di questo tipo che verranno rilasciati. Basta collegare l'unità ottica al treppiede, posizionarla da qualche parte e il gioco è fatto. L'installazione è semplicissima e accessibile a tutti. Aggiungo solo un piccolo inconveniente riguardante il treppiede, è dotato di una livella che permette di verificare se è posizionato su una superficie piana. Questo è fantastico, tranne per il fatto che una volta installato il telescopio, non vedi più la livella. Poiché separare il treppiede dal telescopio ogni volta che lo si utilizza non è molto pratico, consiglio di utilizzare una livella indipendente per verificare se il telescopio è in piano.

seestar s50 level level 2


Una volta installato, è necessario associare il telescopio all'applicazione Seestar. Questa app è progettata molto meglio di quella utilizzata per Dwarf II (al momento in cui scrivo). Ti consente di connetterti rapidamente al telescopio e scegliere il soggetto da osservare. L'applicazione calcolerà automaticamente la tua posizione per mostrarti prima gli oggetti visibili dove ti trovi, tu scegli il tuo obiettivo e il telescopio si posizionerà automaticamente nel posto giusto. A differenza di altri telescopi, non devi preoccuparti di nulla, non ci sono impostazioni, calibrazioni, ecc. Tutto avviene automaticamente ma, a seconda del soggetto, a volte possono essere necessari diversi minuti per ottenere la prima immagine. Il Dwarf II ha una seconda ottica che permette di cercare visivamente un oggetto per risparmiare tempo, il Seestar non ce l'ha, l'unico modo per arrivarci è tramite l'applicazione.

Il catalogo di oggetti da osservare è enorme, ci sono senza dubbio molti più oggetti di quelli che potrete effettivamente osservare. Passeranno mesi e mesi prima che io possa esplorare tutti gli oggetti che mi interessano. Per ogni oggetto c'è un'immagine, una descrizione (solo in inglese), la possibilità di orientare il telescopio verso l'oggetto e iniziare l'inseguimento. Tu fai la tua scelta dal menù e il telescopio fa il resto!



Quando segui un oggetto, avrai la possibilità di seguirlo in video (per oggetti vicini come la luna) o avviare l'impilamento delle immagini (chiamato anche "impilamento"). Quest'ultima tecnica permette di combinare più immagini per migliorare gradualmente la cattura dell'oggetto, è la base dell'astrofotografia. L'impilamento delle immagini non è un processo semplice perché di solito è necessario impilare un gran numero di immagini per ottenere una visione dettagliata di un oggetto del cielo profondo. Il Seestar S50 ti consente di impilare le immagini in pacchetti da 10. Devo ancora esplorare ulteriormente questo punto perché mi piacerebbe poter manipolare le immagini grezze per migliorare manualmente il rendering. In modalità automatica, puoi limitarti a pochi minuti di stacking per ottenere una bella foto di un oggetto luccicante come M42. La qualità del tracciamento è assolutamente essenziale per poter impilare correttamente le immagini, il Seestar è molto efficiente perché ho avuto pochissimi guasti o ricalibrazioni durante l'osservazione.

Ecco i risultati di due osservazioni (3 min e 4 min) della nebulosa M42:



Il risultato è davvero sorprendente e facile da ottenere. Il cielo dove vivo è molto inquinato, eppure è possibile ottenere foto davvero interessanti.

Quando si registrano foto o video, questi vengono archiviati nella memoria del proiettore. Ciò significa che se vuoi recuperarli devi essere collegato al proiettore, non c'è alcuna scheda di memoria da rimuovere per leggerli su un computer. Lo trovo molto pratico ma mi sarebbe piaciuto trovare una funzione per sincronizzare automaticamente le immagini con il telefono perché qui devi scaricarle tutte manualmente nella gallery del telefono. Per le immagini in formato raw è necessario scaricarle fuori dalla gallery perché questo formato non può essere letto dal telefono. Questo è un punto che potrebbe essere facilmente migliorato nell'applicazione, credo.

Se la tua batteria si sta scaricando perché hai osservato molto il cielo, dovrai attendere che la batteria si ricarichi per recuperare le tue immagini. Ciò che mi dà fastidio in questa modalità operativa è che non esiste un collegamento diretto dall'applicazione a tutte le foto che hai scattato. A meno che non mi sia sfuggito qualcosa, devi passare alla modalità osservazione, non è molto pratica.

La durata della batteria è davvero buona perché ho testato questo telescopio in cattive condizioni, fuori c'erano -6°C per la mia ultima osservazione e a questa temperatura le batterie sono meno efficienti, tuttavia sono riuscito ad accumulare più di 40 minuti di osservazione mentre stare al caldo a casa. Il telescopio era a una decina di metri da dove mi trovavo e il segnale era ancora abbastanza buono per controllare il telescopio.

Penso di aver trattato le funzionalità di base, ora approfondirò lo stacking non appena il tempo lo consentirà.

Galleria di immagini


Il cielo del Belgio non è il migliore per l'osservazione delle stelle. Fortunatamente altri utenti di Seestar godono di condizioni migliori e ho incluso alcuni esempi qui sotto che sicuramente vi faranno venire voglia di fare lo stesso.



Conclusione


Penso che avrai capito leggendo questo articolo che sono soddisfatto di questo prodotto. Ovviamente non ho molti punti di paragone perché questo è il mio secondo telescopio elettronico ma ho anche qualche anno di esperienza con un telescopio manuale, quindi non parto da zero. Questo telescopio è il tuo passaporto per le stelle senza problemi. Non servono competenze particolari per utilizzarlo, il Seestar S50 rende l'astrofotografia accessibile a tutti ad un prezzo accessibile e rispetto al Dwarf II, senza esitazione, il Seestar è un telescopio migliore e più completo.

Anche chi ha fatto astrofotografia in passato potrebbe essere tentato da questo prodotto perché fa risparmiare molto tempo. Il target di riferimento è quindi piuttosto ampio, penso che solo un pubblico specializzato possa ignorare questo prodotto. Coloro che praticano l'astrofotografia con una fotocamera ad alta risoluzione potrebbero sentirsi limitati con la Seestar poiché la risoluzione è limitata a 1080x1920 pixel.

Ho un cielo abbastanza inquinato a casa eppure questo telescopio è riuscito a scattare foto che non riuscivo a ottenere con il Dwarf II, la qualità ottica è molto migliore e l'elaborazione automatica dello stacking è molto più efficiente. L'applicazione ti consente di controllare questo telescopio come se stessi guardando la televisione e passando da un canale all'altro. Se il cielo è sereno l'effetto wow è assicurato.

Questo telescopio è più a suo agio con l'osservazione del cielo profondo perché la lunghezza focale è troppo piccola per osservare i pianeti, solo il sole e la luna saranno perfettamente osservabili ma senza poter zoomare sui dettagli come potrebbe fare un telescopio tradizionale. Per il profondo cielo, invece, troverai quello che cerchi nell'immenso catalogo di oggetti disponibili.

Punti di forza

Facilità d'uso
Applicazione pratica e ben progettata
Qualità ottica
Qualità del monitoraggio
Taglia/dimensioni
Calibrazione, configurazione
Treppiede stabile ed efficiente

Debolezze

Accesso alle foto
Risoluzione limitata a 1080p
Livella a bolla nascosta una volta installata



Laurent Willen LAURENT WILLEN
Capo di me stesso su questo blog

Condivido le mie passioni sul mio blog nel tempo libero dal 2006, preferisco quello alle sciocchezze in TV o sui social network. Lavoro da solo, sono senza dubbio uno degli ultimi sopravvissuti al mondo dei blog e dei siti personali.

La mia specialità? Il digitale in tutte le sue forme. Ho trascorso gli ultimi 25 anni lavorando per multinazionali dove ho gestito team digitali e generato ricavi per oltre 500 milioni di euro all'anno. Ho esperienza nel settore delle telecomunicazioni, dei media, dell'aviazione, dei viaggi e del turismo.
Telescopio Dwarf 3: test/recensione
Partire alla conquista delle stelle restando comodamente nel tuo salotto? È possibile con il telescopio elettronico Dwarf 3, la Nebulosa di Orione è a pochi click da te.
Telescopio Seestar S50: test/recensione
Hai la testa tra le stelle ma né il tempo né la voglia di dedicare del tempo ad allestire un vero telescopio? Il Seestar S50 è fatto per te. Scegli il tuo oggetto e lascia che il telescopio faccia il resto!
Oclean X Pro Elite: test / opinione
Non avevo ancora testato uno spazzolino elettrico sul mio blog perché non ne vedevo l'interesse, l'Oclean X Pro Elite ha dimostrato che uno spazzolino potrebbe essere un prodotto interessante!
Oclean Flow: test / recensione
Non c'è niente di eccitante nel testare uno spazzolino, ma quando è molto efficace, diventa subito più interessante!
Oclean X10: test/opinione
Oclean X10 è uno spazzolino premium con spazzolatura efficiente e un approccio semplificato (senza app) per la configurazione dello spazzolino.
Blitzwolf BW-WA3 Pro 120W: test/recensione
Vuoi portare la tua musica ovunque con te? L'altoparlante Blitzwolf da 120 W dovrebbe attirare un pubblico molto ampio (tranne forse quelli che disturberai con il rumore).
Idea di decorazione: Govee Glide - LED music
State cercando un'idea originale per ravvivare le vostre feste? Il Govee Glide LEDs vi offrirà un'illuminazione personalizzabile con la musica.
Govee Hexa Light: pannelli LED personalizzabili a nido d'ape
I pannelli Govee Hexa Light daranno un tocco unico alla vostra decorazione e le sue infinite possibilità di personalizzazione aumenteranno notevolmente la sua durata.
Telecamera di sorveglianza Imilab C21: test/recensione
Per meno di 50€ si possono trovare molte telecamere di sorveglianza ma la qualità non è sempre buona. L'Imilab C21 filma in 2.5k e colora le immagini di notte.
Yeedi 2 Hybrid (+ KC650 / K700) : test / recensione
Ho diversificato alla fine del 2020 testando oggetti connessi per la casa ed è un buon modo per combinare l'utile con il piacevole. Questa volta affronto un robot aspirapolvere/mopping connesso.
Imilab C20: test / recensione
L'Imilab C20 è una fotocamera entry-level dell'ecosistema Xiaomi. Offre tutto ciò che ci si aspetta da una fotocamera ad un prezzo inferiore rispetto alla concorrenza. Un'altra scommessa di successo per Xiaomi?
page index
Indice
prices
Prezzo
notifications
Avvisi
category
Categoria
comments
reazioni


Domande/Commenti

politica sulla riservatezza | Termini e Condizioni